Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.
arredamento outdoor cosa non deve mancare

Arredamento outdoor: 5 elementi che non devono (mai) mancare

Arredamento esterno

Abbiamo spesso parlato della bellezza dello spazio esterno e dell’importanza di prendersene cura. Avere uno spazio versatile di questo tipo, che si tratti di un balcone, di un terrazzo o di un giardino, è semplicemente indispensabile per sfruttare al meglio la vivibilità della propria abitazione. L’outdoor è uno spazio dalle grandi potenzialità e che può prestarsi perfettamente per diversi scopi. Molto dipende dalle misure e dalle caratteristiche, ma soprattutto da come si vuole sfruttare questo ambiente e ciò che si vuole fare di questo spazio esterno.

Se per molti, infatti, lo spazio esterno è un mero ripostiglio o un luogo nel quale uscire a fumare una sigaretta o a respirare una boccata d’aria, per altri è un’opportunità di benessere. Un’opportunità che non può prescindere da alcuni elementi fondamentali. Scopriamo quali sono quelli imprescindibili per ogni spazio esterno a prescindere dal suo stile, dalla sua ampiezza e dalla destinazione d’uso.

I 5 elementi chiave per uno spazio esterno di successo

#1 Piante e fiori

Più che delle “cose da comprare” per riempire lo spazio esterno è fondamentale concentrarsi sulla dimensione green di questo ambiente. Piante e fiori non devono mai mancare, per almeno tre ragioni. La prima è che le piante da balcone e quelle da giardino sono belle e rappresentano probabilmente la vera essenza dell’outdoor. Senza qualsiasi spazio esterno sarebbe privo di qualcosa di fondamentale e apparirebbe vuoto e incompleto. C’è poi da considerare come queste piante arredino e rappresentino una schermatura contro il sole, senza dimenticare come, se ben disposte in vasi e fioriere, possano essere anche un’ottima protezione contro gli sguardi indiscreti. La versatilità dell’outdoor si esprime in maniera superlativa attraverso le piante e i fiori che è possibile scegliere e posizionare, prendendosene cura e scoprendo la bellezza di veder fiorire tutta la meraviglia della natura.

#2 Le sedute

Che sia una sedia pieghevole in plastica o in legno, una sdraio, una chaise longue o una poltrona con la quale creare un salotto all’aria aperta, l’importante è che quando si entra in questo spazio esterno si abbia dove sedersi. Da soli o in compagnia, per leggere un libro, fare un aperitivo o respirare aria sana e fresca, ogni attività merita la sua migliore seduta. Va scelta in base alle dimensioni dello spazio esterno, al suo stile e alle esigenze, ma è uno di quegli elementi che non può mancare in qualsiasi outdoor.

#3 I ripiani

Quanto detto per le sedute vale anche per i ripiani. Generalmente per l’outdoor si parla dei tavolini, fissi o pieghevoli che siano, ma non necessariamente deve essere questa la superficie presente nello spazio esterno. In un ampio giardino si può pensare di posizionare un tavolino intorno al quale ritrovarsi, ma per balconi e ambienti più piccoli è possibile anche valutare l’opzione di collocare un mobiletto in uno degli angoli sul quale poter poggiare le tazzine di caffè, un vassoio, i calici e qualsiasi altro elemento mobile di cui all’occorrenza si può avere bisogno. i ripiani sono fondamentali, ma è bene non fossilizzarsi sull’idea del classico tavolo; esistono molte alternative pratiche che permettono di sfruttare al meglio tutto lo spazio a disposizione.

#4 L’illuminazione

La luce è vita e anche in uno spazio esterno va prevista l’adeguata illuminazione. Dal tramonto, infatti, le luci da esterno hanno il fondamentale compito di illuminare allo scopo di creare visibilità, ma anche una piacevole e delicata atmosfera. Che si tratti di una lampada a muro, di un sistema di faretti, di luci soffuse o di una lampada a piantana l’importante è che siano previsti dei punti luce da collocare non dove occupano meno spazio, ma dove possano svolgere al meglio il loro prezioso e insostituibile compito.

#5 Gli accessori

Per quel che riguarda gli accessori da esterno c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Una buona indicazione è quella di prevederne pochi ma buoni, puntando all’essenzialità. L’outdoor è un’estensione della casa, ma non deve riflettere le stesse caratteristiche. Parliamo sempre di uno spazio aperto nel quale la libertà dello sguardo, del vivere e del respirare deve sempre rimanere una prerogativa. La scelta degli accessori, dai mobili a tutti gli altri componenti, deve riflettere la vivibilità di quell’outdoor e dell’identità di chi lo abita. Non va mai fatto copia e incolla delle immagini sulle riviste o sui siti web; questi devono essere da stimolo a cercare e creare il proprio spazio esterno. Perché questo è un ambiente personale, intimo e come tale valorizzato e curato.

Arredamento esterno

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy

Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.