Quando si tratta di progettare una Pergotenda o qualsiasi spazio esterno (domestico o commerciale), si pensa quasi esclusivamente ai sistemi di copertura, alle chiusure e complementi e agli arredi. Troppo spesso si ignora la valorizzazione della “parte interna” della copertura, ovvero del controsoffitto per gli spazi esterni. Un prodotto non di poco conto, considerando che si tratta di un elemento a vista e che permette di ottenere diversi vantaggi. Scopriamo quali sono andando anche a scoprire una soluzione innovativa rispetto a quelle classiche.

Che cos’è un controsoffitto

Prima di entrare nel merito dei vantaggi di realizzare un controsoffitto per esterni è doveroso chiarire cosa si intende quando si parla di controsoffitto. Con questo termine, solitamente, si fa riferimento sia alla struttura che allo spazio che, con la sua installazione, viene nascosto. Si tratta quindi di un elemento che può servire a creare spazio, ma soprattutto ad assolvere a importanti esigenze tecniche ed estetiche. Scopriamo quali sono le principali.

I vantaggi del controsoffitto per gli spazi esterni

Perché quindi realizzare un controsoffitto per esterni? Questo tipo di soluzione edilizia permette di ottenere vantaggi dal punto di vista:

  • estetico;
  • termoacustico;
  • dimensionale;
  • funzionale.

Per quel che riguarda l’estetica i controsoffitti per gli spazi esterni permettono non solo di coprire la presenza di cavi elettrici o elementi strutturali brutti da vedere, ma anche di aumentare l’eleganza di questo spazio. Per i controsoffitti solitamente come materiali si utilizza il cartongesso, ma per gli spazi esterni è possibile anche avvalersi di soluzioni più raffinate e versatili. Controsoffitti mobili, perfetti per verande, terrazzi e pergotende, con i quali chiudere in maniera sempre ottimale l’outdoor.

Questa ulteriore chiusura dello spazio esterno permette anche di migliorare l’isolamento, sia termico che acustico. Un ambiente più piccolo e compatto ha un’acustica migliore, così come richiede meno tempo per essere climatizzato. Tale soluzione si rende ideale soprattutto negli spazi particolarmente alti che si vogliono rendere, anche visivamente, meno dispersivi. E qui entriamo nel merito anche dell’aspetto dimensionale, avendo la possibilità di personalizzare non solo la grandezza e la divisione delle superfici, ma anche l’altezza dell’outdoor.

Infine, ma non meno importante, la questione funzionale. La realizzazione di un controsoffitto permette di valorizzare ancora di più gli spazi esterni, inserendo in essi degli elementi utili al miglioramento di quell’ambiente. Basti pensare a un sistema di illuminazione, ma anche a degli elementi di arredo o a qualche dispositivo di sicurezza o di regolazione della temperatura.

Una soluzione alternativa

Quando si parla di costruire un controsoffitto per esterni si immagina la creazione di una superficie solida, fissa e lineare. Vogliamo che l’outdoor sia, nel pieno rispetto della sua identità di libertà, una realtà innovativa e meravigliosa nella sua totalità. Non quindi, l’inserimento di cose belle e utili, ma la creazione di uno spazio che sia di per sé bello e utile. Per le tettoie, le pergotende, le verande e gli spazi esterni della casa o di un locale commerciale, è possibile anche realizzare dei controsoffitti in tessuto. Questa soluzione non è meno efficace (anzi!) di quelle tradizionali, e permette anche di creare un effetto visivo dolce, morbido e delicato.

Con questo tipo di soluzione ogni spazio esterno diventa davvero un luogo ideale, fatto di tenera attenzione alla bellezza, ricercata in maniera tenera, senza essere ostentata. Il controsoffitto per gli spazi esterni è non solo un riparo, ma un vero e proprio abbraccio che parte dall’alto e raggiunge ogni parte dell’outdoor.