Detrazione fiscale schermature solari, rinnovo 2017

Sei qui:///Detrazione fiscale schermature solari, rinnovo 2017

Detrazione fiscale schermature solari, rinnovo 2017

Con la legge di bilancio del 2017, sono stati prorogati i benefici fiscali per la detrazione del 65%, di tutte le opere che si riferiscono alle installazioni riguardanti il contenimento dei consumi energetici, questo sia per interventi su abitazioni singole che condominiali. Tra questi interventi di miglioramento energetico rientrano nella detrazione fiscale, anche le schermature solari, inclusi tutti i dispositivi per il controllo remoto degli impianti termici.

Quest’opportunità fiscale riguarda le schermature solari, le quali consentono un sostanziale risparmio energetico per via della riduzione del surriscaldamento degli ambienti. È riconosciuto quindi un importante contributo che i dispositivi di schermatura coadiuvati dalla tecnologia, consentono efficacemente di mantenere la temperatura interna ottimale senza la necessità d’uso dei sistemi di aria condizionata.

Quest’agevolazione consente una detrazione riconosciuta, dalle imposte sui redditi (Irpef e Ires) pari al 65% delle spese esborsate per modificare e migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. Nello specifico si possono detrarre i costi di tutte le opere edili e degli interventi di messa in opera, nonché di tutte le prestazioni professionali relative a eventuali progetti di pre-realizzazione. Questa detrazione dovrà essere ripartita in 10 rate annuali sulla base dello stesso importo.

 

Chi può usufruire delle detrazioni

Le persone fisiche che hanno sostenuto i costi di schermatura solare, possono ottenere una detrazione fiscale..:

  • Il titolare avente un diritto reale sull’immobile.
  • Tutti i condomini per gli interventi sulle parti comuni.
  • Gli inquilini che eseguono tali interventi.
  • I familiari fino al terzo grado, inclusi conviventi con il proprietario.
  • Chiunque detenga un immobile in comodato d’uso.

 

SCARICA LA GUIDA ALLA DETRAZIONE IN PDF

 

Quali requisiti deve avere l’immobile?

Sono previsti immobili di qualunque categoria catastale, per ottenere tali detrazioni deve essere prevalentemente in regola con il pagamento dei tributi. Inoltre deve essere idoneo strutturalmente, quindi essere dotato di riscaldamento e relativo impianto funzionante, ovviamente nella definizione di riscaldamento sono escluse stufe, camini e altri apparecchi che non siano fissi.

 

Come accedere ai benefici fiscali e qual è il tetto massimo di spesa

Tale richiesta deve essere inviata per via telematica attraverso il portale dell’ENEA, questo va fatto entro 90 giorni dalla fine dei lavori, indipendentemente dalla data ultima dei pagamenti fatti. Non occorre fare alcuna comunicazione preventiva per usufruire dell’agevolazione.

Il tetto massimo per la detrazione varia in base alla capienza fiscale del contribuente, in ogni caso non può superare un tetto massimo previsto di 60mila Euro IVA inclusa. Qualora siano più soggetti interessati alla detrazione, l’ammontare complessivo della spesa dovrà essere suddiviso tra tutti i soggetti che ne hanno sostenuti i costi fino all’ammontare massimo previsto dal tetto di spesa.

Considerando che siamo prossimi alla bella stagione del caldo e del sole, la possibilità offerta grazie a quest’agevolazione che prevede una così consistente detrazione, può essere una buona occasione per installare tende da sole e apparecchiature che consentono di mantenere al fresco la casa, grazie a interventi strutturali per migliorare l’abitabilità degli ambienti interni.

Le soluzioni per la schermatura solare sono diverse, queste si dovranno valutare in base all’edificio, l’area antistante e altre dinamiche strutturali per meglio scegliere la soluzione che più si adatta a ogni ambiente.

SCARICA LA GUIDA ALLA DETRAZIONE IN PDF

 

 

 

 

Postato da: |2017-05-30T20:37:58+00:005 febbraio, 2017|Categorie: Coperture|Tags: , |Nessun commento

Lascia un commento