Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.
vetrate panoramiche NON sono detraibili

Ecco perché le vetrate panoramiche NON sono detraibili

Blog

Ti è capitato di leggere e sentire che puoi detrarre le vetrate panoramiche che hai installato in casa? Che puoi installarne di nuove usufruendo del Bonus infissi o dell’Ecobonus e dell’opzione dello sconto in fattura?  In realtà non è così. Vogliamo fare chiarezza su un argomento per molti aspetti delicato, che dal punto di vista normativo è molto chiaro, ma intorno al quale gira ancora tanta, troppa, disinformazione. Le vetrate panoramiche, infatti, non sono detraibili e questo è certo, nonostante ci sia chi dica il contrario. È doveroso spendere ancora qualche parola sull’argomento per ribadire le ragioni per cui le vetrate panoramiche non sono detraibili e per fare chiarezza su quali sono gli elementi che rendono un lavoro di questo tipo detraibile.

Le detrazioni si possono perdere

L’attenzione che vogliamo dedicare all’argomento non è fine a sé stessa, ma è destinata a tutelare il beneficiario delle agevolazioni fiscali, ovvero tutti coloro che vogliono installare una vetrata panoramica pensando di sfruttare le agevolazioni fiscali esistenti. Ci sono diversi elementi che possono invalidare un ecobonus e eseguire un lavoro non previsto tra quelli agevolabili è sicuramente uno di questi. La responsabilità di tale attività illecita (detrarre spese non detraibili è un illecito) è anche del cittadino che in caso di controlli e verifiche non potrà emendarsi dalle conseguenze attribuendo la colpa all’azienda che ha eseguito i lavori.

La legge in questo senso è chiara e in caso di controlli (da parte dell’ENEA o dell’Agenzia delle Entrate) i beneficiari che hanno detratto spese non detraibili sono responsabili dei danni. Questo significa innanzitutto l’obbligo di restituire quanto indebitamente usufruito. Ma c’è anche una responsabilità legata a quanto fatto che può se viola altre leggi mette il contribuente in una posizione nei confronti dello Stato che definire spiacevole è quantomeno riduttivo.

Le vetrate non sono un infisso

Il primo elemento da chiarire riguarda la natura delle vetrate panoramiche. Queste non sono un infisso in quanto non vi sono profili verticali, non vi è una modifica della facciata dell’edificio e soprattutto non hanno un taglio termico in quanto non sono pensate per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. Il Bonus infissi, come recita il nome stesso, è destinato a questo tipo di elemento e le vetrate panoramiche, non essendo un infisso, non possono essere portate in detrazione. Pena il compiere un illecito sanzionabile per legge.

Cosa è detraibile

Discorso simile anche per quel che riguarda le schermature solari. Partiamo dai requisiti tecnici presenti nel Vademecum dell’ENEA sulle schermature solari e le chiusure oscuranti. La prima informazione da cui partire è quella relativa ai lavori agevolabili. L’ENEA ribadisce che sono agevolabili “l’acquisto e la posa in opera di schermature solari e/o chiusure tecniche mobili oscuranti elencate nell’allegato M al D.Lgs. 311/2006, montate in modo solidale all’involucro edilizio o ai suoi componenti e installate all’interno, all’esterno o integrate alla superficie vetrata”. L’allegato M per quel che riguarda le schermature solari esterne riporta questo elenco:

  • UNI EN 13561 Tende esterne requisiti prestazionali compresa la sicurezza (in obbligatorietà della marcatura CE)
  • UNI EN 13659 Chiusure oscuranti requisiti prestazionali compresa la sicurezza (in obbligatorietà della marcatura CE)
  • UNI EN 14501 Benessere termico e visivo caratteristiche prestazioni e classificazione
  • UNI EN 13363.01 Dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate; calcolo della trasmittanza totale e luminosa, metodo di calcolo semplificato
  • UNI EN 13363.02 Dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate; calcolo della trasmittanza totale e luminosa, metodo di calcolo dettagliato

Inoltre le schermature solari deve essere applicate in modo solidale con l’involucro edilizio, devono essere poste a protezione di una superficie vetrata, installate all’interno o all’esterno di una superficie vetrata e, ancora, devono essere mobili e “tecniche”.

Le vetrate panoramiche non rientrano in questo tipo di definizione e non contribuiscono a migliorare l’efficienza energetica dell’edificio sul quale sono installate. Motivo per cui non sono detraibili.

L’edilizia libera

Discorso diverso è quello legato alla cosiddetta edilizia libera. Il Decreto del 2 marzo 2018 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti sul “glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera” indica le “opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativosempre mantenendo il “rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia (in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all’efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio“.

Rientrano in questa definizione gli “elementi divisori verticali non in muratura, anche di tipo ornamentale e similare”, ovvero le vetrate panoramiche. L’edilizia libera, come chiaramente indicato dalla legge, è sì libera dalle relative pratiche amministrative (CILA, SCIA, eccetera), ma deve sempre e comunque rispettare la normativa vigente comunale ed edilizia. Tradotto: non è sempre possibile fare come si vuole e per questo tipo di interventi, agevolazioni fiscali o no, il rispetto della legge è sempre fondamentale e irrinunciabile.

Blog

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy

Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.