Locali pubblici: come gestire gli spazi esterni

L’emergenza Covid-19 ha segnato profondamente il nostro Paese, in maniera specifica il settore della ristorazione e dei luoghi di intrattenimento. L’esigenza di distanziamento ha inevitabilmente provocato complicazioni nei locali pubblici che hanno dovuto ridurre il numero di posti disponibili o trovare soluzioni alternative.

Tra queste i locali commerciali hanno potuto (e potranno continuare a farlo) usufruire della sospensione del pagamento delle tasse relative all’occupazione degli spazi pubblici. L’esenzione vale fino al 31 ottobre 2021, ma non è escluso che possa essere prorogata con il prolungamento dello stato d’emergenza. Oltre all’esenzione i proprietari di locali pubblici potranno contare su uno snellimento dell’iter burocratico per ottenere l’autorizzazione all’installazione di strutture mobili per la ristorazione.

Locali pubblici: come gestire gli spazi esterni

Un’opportunità da cogliere

Nonostante le difficoltà del periodo si tratta di un’opportunità da cogliere per rendere il proprio locale accessibile anche in questa fase di emergenza, nel rispetto delle normative sul distanziamento sociale ed evitando di ridurre il numero dei coperti per non incidere ulteriormente in negativo sul proprio bilancio. Tale opportunità non va intesa solamente a posteriori per l’estate appena trascorsa, ma anche e soprattutto per i prossimi mesi autunnali e invernali, in cui sarà necessario prevedere una sistemazione adeguata degli spazi esterni dei locali pubblici. Vediamo insieme qualche indicazione utile per farlo al meglio.

Sistemazione degli spazi e arredamento dei dehors dei locali pubblici

I locali commerciali hanno quindi l’opportunità di realizzare dei dehors affascinanti nei quali accogliere i propri clienti e continuare a erogare un servizio eccellente. Bar, ristoranti, pub, sale da tè, cioccolaterie e qualsiasi tipo di attività, possono sistemare lo spazio antistante il proprio locale in maniera vincente per questo periodo. Il primo consiglio è quello di mantenere il proprio stile e valorizzare la creatività per individuare soluzioni e opportunità laddove sembrano esserci solamente vincoli, limiti e condizionamenti.

Le pedane

Uno dei primissimi elementi su cui ragionare è quello relativo ai pavimenti da esterno. Nello specifico le pedane, che possono essere realizzate in qualsiasi materiale e con diversi colori ed effetti, tra cui l’ottimo sistema Decking, sono il fondamento sul quale costruire tutto il dehors. Non un semplice rivestimento, ma una base solida intorno alla quale sviluppare gli spazi. Una base che deve essere piacevole da calpestare, comoda da pulire e semplice da gestire per consentire una pratica movimentazione degli arredi per rispondere alle diverse necessità.

Le divisioni laterali

Il secondo elemento da valutare è quello delle chiusure e complementi laterali. Questi vanno suddivisi in due macrocategorie: quelli esterni e quelli interni. In base allo stile del proprio locale commerciale è sicuramente utile e doveroso pensare a una divisione che separi il dehors dal restante spazio esterno, in modo da definire lo spazio entro il quale muoversi e consentire anche una protezione dagli agenti atmosferici e dagli sguardi dei passanti. In base alla grandezza dell’outdoor si può anche pensare a una divisione interna dello spazio, magari con strutture mobili e personalizzabili capaci di creare ambienti riservati e intimi, ideali per ospitare i propri clienti offrendogli un servizio unico.

Le coperture

C’è poi da valutare qual è, tra i migliori sistemi di copertura disponibili, quello più adatto per il proprio locale commerciale. Anche in questo caso non parliamo di un mero mezzo protettivo, ma di un elemento strutturale fondamentale per creare un ambiente accogliente ed esteticamente gradevole. La copertura deve essere valutata sia in funzione della grandezza dello spazio che dal tipo di ambiente che si vuole ottenere. In molti casi è possibile valutare anche la creazione di un controsoffitti nel quale inserire sistemi di illuminazione capaci di creare quell’atmosfera che ora è solo ipotetica e che può invece divenire reale.

L’arredamento

Infine, ma non meno importante di tutti gli altri, l’arredamento. Esistono tantissime tipologie di allestimenti esterni: dai mobili (sedie, tavoli, attrezzature, eccetera) ai complementi d’arredo, passando per i sistemi di riscaldamento che possono rappresentare un valore aggiunto non solo per il confort climatico, ma anche dal punto di vista estetico. Nella scelta dell’arredamento non bisogna cedere agli estremi di un iper funzionalismo o di un design sacrificato alla comodità; l’equilibrio tra utilità ed eleganza è quanto ci vuole per rendere il dehors dei locali pubblici il posto migliore da vivere e nel quale creare opportunità di benessere e divertimento.

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy