Pergola bioclimatica o Pergotenda

Pergola bioclimatica o Pergotenda? Differenze e opportunità

Coperture

Il mondo (sì, parliamo più di mondo che di settore) dei sistemi di copertura per l’esterno è molto ampio e articolato, tanto che capita molto spesso che si confondano le soluzioni o si utilizzo i termini in maniera impropria. Questo più che un problema di principio rischia non solo di sminuire le varie soluzioni, ma soprattutto di ridurre le opportunità. Potremmo quasi dire che una semplificazione linguistica rischia di tarpare le ali alle possibilità che questo o quel prodotto possono offrire.

Il caso della Pergola bioclimatica e della Pergotenda è quasi emblematico, considerando come vengano utilizzati come sinonimi, quando in realtà parliamo di due realtà molto diverse tra loro. Certo, ci sono delle similitudini, ma sarebbe come dire che tra una villa e uno scantinato ci sono poche differenze perché entrambe hanno un tetto, un pavimento e delle mura.

Confondere la Pergola bioclimatica con la Pergotenda significa perdere qualcosa, perché come qualsiasi riduzione anche questa toglie l’essenza a entrambe le strutture per renderle apparentemente simili quando in realtà, come vedremo, non lo sono. Sia la Pergotenda che la Pergola bioclimatica sono soluzioni che permettono di creare uno spazio esterno riparato, protetto, spazioso, accogliente e meraviglioso da vivere. Ma ci sono delle differenze importanti che non si possono ignorare e che vanno precisate sia per evitare confusioni, ma anche per evitare errori strutturali o correre il rischio di realizzare un abuso edilizio.

Per la costruzione e l’installazione di questo o quel sistema di copertura, infatti, molto spesso bisogna sottostare a precise regole edilizie. Regole che fanno riferimento a una specifica tipologia di copertura e non conoscerla o confonderla con un’altra non solleva dalla responsabilità dell’abuso. Meglio quindi approfondire, fare chiarezza e comprendere qual è la soluzione migliore per il proprio outdoor.

Pergola bioclimatica e Pergotenda

Se è vero (perché è vero) che la principale differenza tra una Pergola bioclimatica e una Pergotenda è quella relativa al tipo di copertura, è altrettanto vero che queste due realtà offrono anche altre differenti caratteristiche. La scelta tra l’una o l’altra, quindi, risponde a differenti necessità che è doveroso tenere in considerazione per fare una valutazione corretta e capace di realizzare un outdoor davvero efficace.

Cos’è una Pergola bioclimatica

Bioclimatica Maestro Roma

Come anticipato la caratteristica che rende la Pergola bioclimatica diversa dalle altre è la presenza, nella copertura, delle lamelle orientabili. A differenza delle tradizionali tende da sole, ma anche delle stesse Pergotende, le Pergole bioclimatiche sono strutture dotate di una copertura con una serie di lamelle in alluminio la cui posizione può essere continuamente regolata, offrendo un’ampia gamma di personalizzazione climatica (bioclimatica, appunto) dell’outdoor sottostante.

Queste lamelle, se completamente chiuse, costituiscono una protezione totale e completa dello spazio sottostante, riparandolo da pioggia, vento e neve, rendendo quell’ambiente asciutto e sicuro. Grazie al sistema dei pluviali, inoltre, la Pergola bioclimatica permette di far defluire correttamente l’acqua piovana, senza pericoli di ristagno o che il peso dell’acqua accumulata possa costituire un pericolo.

Questo tipo di pergola è detta bioclimatica perché, proprio grazie al sistema delle lamelle orientabili, permette di regolare la quantità di aria e luce che si vuole far passare. In questo modo, in qualsiasi stagione dell’anno, ma soprattutto in qualsiasi orario del giorno, si ha la possibilità di creare uno spazio esterno fresco in primavera ed estate e caldo in autunno e in inverno e illuminato (con la luce solare) secondo l’attività che si deve svolgere. Si può quindi avere un ambiente intimo e riservato oppure uno luminoso nel quale lavorare, condividere un pasto o rilassarsi in compagnia della propria famiglia.

Cos’è una Pergotenda

Pergotenga Roma EXYL

Parlare di Pergotenda® significa, innanzitutto, far riferimento a un brevetto Corradi che ha fatto la differenza e che, proprio per la sua versatilità e qualità, è diventato oggi sinonimo di benessere e grande valore per uno spazio esterno. A differenza della Pergola bioclimatica, quindi, la Pergotenda prevede una copertura con un telo in tessuto. Questa soluzione, infatti, mette insieme le caratteristiche di una classica tenda da sole con quelle di una pergola, creando una soluzione nuova e altamente versatile.

La struttura della Pergotenda può essere in legno o in alluminio mentre la copertura è disponibile in diverse tipologie di tessuti, da quelli tecnici a quelli con proprietà ignifughe o impermeabili, offrendo una soluzione impeccabile contro gli agenti atmosferici.

La Pergotenda è una soluzione dalle grandi caratteristiche tecniche, anche per via dei numerosi accessori con cui può essere arricchita, ma soprattutto dalle enormi opportunità. Più che un semplice prodotto parliamo infatti di una soluzione progettata su misura che veste lo spazio esterno, lo abbraccia e gli regala ciò che gli manca: la possibilità di essere vissuto in ogni stagione dell’anno.

Coperture

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy