Pergotenda e manutenzione: semplice e utile

Avere una pergotenda ci consente di puntare al relax e alla comodità, caratteristiche alle quali non vorremo mai rinunciare. Tuttavia, come per ogni cosa, per riuscire a far sì che duri a lungo e che resti al massimo della propria efficienza per un cospicuo arco di tempo, è necessario occuparsi della manutenzione periodica in modo corretto e attento. Non è così difficile e si rivela un’ottima abitudine.

I principali interventi di manutenzione della pergotenda

Come ben sapete, una pergotenda può essere definita una struttura funzionale dotata di un sistema di copertura scorrevole, ideale per gli ambienti esterni e per la creazione di splendidi “giardini d’inverno”. È realizzata con materiali resistenti, caratterizzata da una serie di tecnologie avanzate e in grado di offrire molte più potenzialità rispetto a una semplice tenda e/o a una classica pergola. Generalmente, è fatta in legno o in alluminio e non mancano le alternative interessanti tra le quali potrete trovare la vostra opzione preferita.

Il corretto e duraturo funzionamento di una simile struttura dipende molto da una manutenzione accurata e costante. Un controllo periodico può sicuramente darvi una grossa mano, consentendovi di mantenere l’efficienza della struttura sempre al massimo. Ma cosa dovreste fare per riuscirci? Prima di tutto, occupatevi in maniera frequente della copertura, pulendola e lavandola abitudinariamente; in particolare è importante che la gronda sia sempre sgombra da qualsiasi materiale onde evitare che l’acqua non riesca a defluire correttamente (in genere foglie o aghi di pino che cadono con il vento o a causa della caduta stagionale possono otturare le vie di scarico). Assicuratevi inoltre che gli attacchi assolvano fino in fondo il loro lavoro e date un’occhiata alle linee di scorrimento, senza le quali il prodotto rischia seriamente di proporre delle performance pessime.

Infine, non lasciate mai in secondo piano l’importanza della struttura di supporto, ovvero quella sulla quale viene appoggiata o ancorata l’intera pergotenda e che consente a quest’ultima di entrare in azione al massimo delle sue forze.  Oltre agli elementi già citati, vi suggeriamo di stare molto attenti anche ai vari dispositivi meccanici che assicurano l’azionamento/avvolgimento della copertura. Se poi sono presenti elementi elettronici, sarà necessario riservare ancor più attenzione a questi piccoli ma importanti dettagli.

I consigli finali

Con una manutenzione adatta al contesto, avrete a che fare con una struttura che può raggiungere standard di qualità molto elevati, restando per molto tempo al 100% delle sue possibilità. Tuttavia, quando la manutenzione non basta e in caso di guasti o problemi improvvisi, non potete fare altro che affidarvi ad un valido servizio di riparazione.

Ad ogni modo, è utile considerare che le pergotende sono state progettate per durare a lungo e per garantire un ottimo funzionamento. Quindi, preoccuparsi non è necessario, ma rimane comunque una buona abitudine imparare ad effettuare un controllo periodico. Ricordate che nella manutenzione di tende e pergotende, gli elementi da tenere principalmente sotto controllo sono essenzialmente quattro:

  • la copertura;
  • gli attacchi;
  • le linee di scorrimento;
  • la gronda;
  • la struttura di supporto.

Ovviamente, non dobbiamo dimenticare gli elementi meccanici e/o elettronici relativi al sistema di impacchettamento. In pratica, con pochi semplici passi potrete aumentare la tenuta nel tempo e l’efficienza della vostra pergotenda, nonché la sua bellezza. Non vi sembra un’ottima prospettiva? La manutenzione è importante e vi consente di proteggere il vostro angolo di relax giorno dopo giorno. Sicuramente, si tratta di un luogo di cui vale la pena prendersi cura!

Postato da:| 2017-08-10T19:47:49+00:00 14 agosto, 2017|Categorie: Pergotenda|Tags: , |Nessun commento

Lascia un commento

19 − 9 =