vivere outdoor a Roma

Sole, freddo e temperature: come vivere l’outdoor a Roma

Blog

La nostra è una citta che anche climaticamente mostra tutta la sua bellezza, accoglienza e armonia. Ma l’inverno è sempre l’inverno e il calo delle temperature si fa sentire anche tra le strade della città eterna. Nonostante l’inverno romano possa essere meno rigido di quello di altre località (con temperature che di giorno difficilmente scendono sotto lo 0) esso condiziona le normali attività, specialmente quelle svolte all’esterno.

In questi ultimi mesi abbiamo riscoperto l’importanza di uno spazio esterno domestico, anche a causa di questo periodo di quarantene, isolamenti e restrizioni varie. Proprio alla luce dell’imprescindibilità di uno spazio di questo tipo cerchiamo di capire come viverlo al meglio anche (e soprattutto) in questi giorni di freddo, vento e gelo.

Quale struttura per il tuo outdoor?

Quando si parla di outdoor non si fa riferimento a una sola soluzione, ma a numerose tipologie che vanno costruite in base alla realtà edilizia che si ha a disposizione.

Verande, terrazzi e balconi

La maggior parte degli edifici dispone di un balcone, una terrazza o una veranda e questi rappresentano il terreno ideale per creare degli outdoor meravigliosi da vivere anche d’inverno. Come? Tramite delle tende ermetiche (particolari tende a caduta verticale) o delle tende da sole capaci di proteggere lo spazio esterno dalle intemperie e renderlo vivibile in qualsiasi stagione dell’anno. Chi ha a disposizione una veranda o un terrazzo più ampio può valutare anche l’installazione di un gazebo da chiudere sui lati per rendere questo spazio caldo e accogliente.

Giardini d’inverno

Una realtà che negli ultimi anni va sempre più di moda è quella dei giardini d’inverno. Si stratta di strutture, autoportanti o addossate, che integrano soluzioni tecnologie all’avanguardia per rendere l’esperienza dell’outdoor ancora più coinvolgente ed emozionante. Si tratta infatti di strutture dotate di sistemi di domotica per l’apertura e lo scorrimento, parziale o totale, della copertura e delle protezioni laterali. In questo modo si crea un ambiente versatile e flessibile capace di rispondere a tutte le necessità climatiche, anche quelle degli inverni più rigidi.

Pergola bioclimatica

Un’alternativa semplicemente meravigliosa e geniale è quella data dalla pergola bioclimatica. Si tratta di una struttura caratterizzata dalla presenza nella copertura delle cosiddette lamelle orientabili. Ovvero di una copertura composta da lamelle in alluminio, poste in parallelo tra loro, che possono essere ruotate e inclinate in base alle necessità. Questo permette di avere una copertura completamente chiusa in caso di pioggia, freddo e vento o aperta (totalmente o parzialmente) in caso di sole, caldo e temperature più miti. È la soluzione ideale per sfruttare l’outdoor sia d’inverno che d’estate, ma anche in primavera e in autunno.

Cosa non deve mancare

Qualunque sia il tipo di outdoor, le sue dimensioni, forme e caratteristiche, per renderlo vivibile d’inverno non può prescindere da alcuni elementi specifici. Negli spazi esterni della propria casa non possono mancare il sistema di riscaldamento, quello d’illuminazione e un arredo adeguato.

Le protezioni date dalle strutture dell’outdoor sono spesso insufficienti per creare atmosfere calde e rilassanti. Svolgono un ruolo fondamentale come barriera dal freddo e dal gelo, ma a esse deve accompagnarsi un impianto capace di produrre calore e, quindi, benessere. In questo senso esistono diverse alternative: dalle più semplici e versatili lampade a infrarossi a i sistemi di riscaldamento a pavimento, passando per le più tradizionali stufe (a legna o a pellet) e ai più innovativi biocaminetti. La scelta varia dal tipo di ambiente che si vuole creare, dallo spazio a disposizione e dalle caratteristiche tecniche dell’edificio.

Le giornate invernali sono quelle caratterizzate non solo dal freddo, ma anche da una ridotta illuminazione naturale. Una condizione che può essere agevolmente risolta con un sistema di illuminazione, destinato non solo a fare luce, ma anche a creare quell’atmosfera accogliente, calda e rilassante indispensabile per la riuscita di uno spazio esterno. Qui è possibile scegliere tra lampade e lampadari, faretti, sistemi a LED e soluzioni tecnologiche che uniscono eleganza ed efficienza.

Infine, ma non meno importante, l’arredo. Lo spazio esterno non deve contenere tutto, ma solo l’essenziale, quello che si considera tale per potersi rilassare e godere di un ambiente unico. Un tavolo, una poltrona, un mobiletto; sono tante le soluzioni di design e salvaspazio per dare all’outdoor la sua identità senza riempirlo e privarlo della sua caratteristica libertà.

Blog

Potrebbe interessarti…

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link