Una nuova tecnologia per essere accolta positivamente deve essere prima compresa. Ed è il caso dei cosiddetti biocaminetti da esterno, una soluzione avvincente e vantaggiosa per riscaldare l’outdoor. Sì, perché la tecnologia non è solamente quella digitale, ma qualsiasi applicazione in grado di risolvere un problema pratico in maniera funzionale. Vediamo quindi cosa sono i biocaminetti da esterno, quale tecnologia utilizzano e quali sono i vantaggi per cui valga la pena prenderli in considerazione per il proprio outdoor.

Cosa sono

Con il termine biocaminetti si indicano quei camini alimentati a bioetanolo, ovvero un combustibile di tipo liquido molto interessante. La particolarità di questo combustibile, che anticipa anche i vantaggi di questo tipo di soluzione, è quella di essere un derivato dalla fermentazione di alcuni prodotti agricoli, quindi naturali. Apparentemente i biocaminetti da esterno assomigliano ai caminetti tradizionali, ma la loro anima, come detto, è ecologica e per questo molto più convenienti. La particolarità di questi caminetti è anche quella di non necessitare della canna fumaria. La loro installazione, quindi, è libera e ideale per diverse tipologie di outdoor e abitazione.

Perché convengono

Dell’aspetto ecologico del combustibile per alimentare i biocaminetti da esterno abbiamo già parlato, ma è importante sottolineare questo dato anche in un’ottica di risparmio energetico. Il bioetanolo, infatti, viene prodotto dai materiali di scarto dell’industria alimentare e di quella agricola. Le sue caratteristiche tecniche, inoltre, garantiscono un ottimo rapporto tra costo e resa. A differenza dei caminetti tradizionali, infatti, i biocaminetti da esterno non hanno problemi di dispersione termica, ottimizzando al massimo il calore prodotto. Queste caratteristiche, unite all’assenza della canna fumaria, rendono i biocaminetti ideali per gli spazi esterni, come appunto quelli dell’outdoor.

Le confezioni di bioetanolo sono molto più pratiche di quelle di altri combustibili (non ultimo il legno), facilmente reperibili sia presso la normale rete di distribuzione che online. L’altro vantaggio di questo sistema è dato dall’assenza di cattivi odori, elemento non indifferente se si considera come spesso per le alternative disponibili bisogna gestire questo limite.

I no che valgono un grande sì

Per installare e iniziare a utilizzare il biocaminetto non c’è bisogno di richiedere autorizzazioni o permessi. Il biocaminetto non richiede lavori di installazione invasivi e, per la sua natura, è un dispositivo che può essere spostato). Inoltre, per funzionare, non necessita del collegamento alla corrente elettrica. Questo gli consente di essere posizionato ovunque e di poterlo azionare in qualsiasi momento. Un altro grande aspetto estremamente positivo è che questi dispositivi non richiedono manutenzione, in quanto non ci sono parti e componenti che si possono usurare con l’utilizzo.

Tepore e design

I biocaminetti da esterno è un dispositivo pratico ed esteticamente molto elegante. È possibile scegliere tra diversi stili e design, tutti perfetti per l’arredamento dello spazio esterno della propria casa. I biocaminetti, infatti, sono efficienti per il riscaldamento di piccoli ambienti, quali possono essere i dehors dei ristoranti o il salottino all’aperto della propria abitazione.

Posizionando un biocaminetto nel proprio giardino, veranda, pergolato o qualsiasi spazio esterno, si potrà immergersi nella dolce emozione di uno spazio intimo e delicato. Esistono diverse tipologie di biocaminetto, da quelli dalle forme più tradizionali a quelli con uno stile moderno e innovativo. Tutti con la stessa garanzia di offrire confort e tepore. L’emozione di essere coccolati da una fiamma che arde, da un calore che avvolge e da un’emozione che esplode in tutta la sua delicata potenza.