Pergotenda in legno o in alluminio

Pergotenda in legno o in alluminio? Vantaggi e svantaggi

Coperture, Pergotenda

In un outdoor a fare la differenza non è solo il sistema di copertura scelto (tenda da sole, pergolato, eccetera), ma anche il materiale con il quale è realizzato. Per le Pergotende una delle scelte più significative è quella tra le soluzioni in legno e quelle in alluminio. La differenza tra questi due materiali non è solamente estetica, ma anche tecnica, potendo contare su dimensioni e caratteristiche diversi. Una scelta, quindi, che deve essere ponderata con attenzione per mantenere intatta la bellezza e l’affidabilità di uno dei sistemi di copertura per l’outdoor più innovativo e spettacolare che la storia recente abbia potuto incontrare.

Meglio il legno o l’alluminio per una Pergotenda?

La scelta tra una Pergotenda in legno o una in alluminio, lo abbiamo visto, non è solo accessoria, ma tecnica. Una differenza che definisce la natura del proprio spazio esterno. Che si tratta di un outdoor privato (giardino, terrazza, veranda, eccetera) o di uno commerciale (ristorante, bar, negozio, location per eventi, eccetera) è fondamentale tenere conto di due elementi: il punto di partenza e quello di arrivo.

In una città poliedrica come Roma il punto di partenza può essere, anche a distanza di pochi chilometri, molto diverso. Roma, infatti, è una realtà che contempla quartieri e zone dall’immenso valore storico e altre più moderne, spazi classici ad altri più rustici così come ambienti più urbani a quelli più naturalistici. Il tutto senza uscire dai confini, storici o amministrativi, della città.

Una ricchezza che è sicuramente un valore aggiunto, ma anche il rischio enorme di sbagliare pensando che qualsiasi tipo di materiale possa andare bene. Qui entra in gioco il secondo fattore: il punto di arrivo. Che tipo di outdoor si vuole creare? Quali emozioni deve comunicare? Che eventi e attività vi si svolgono all’interno? Tutte domande che permettono di fare una valutazione più precisa e individuare la soluzione migliore per quel tipo di outdoor.

Perché il punto di partenza e quello di arrivo possono essere considerati come i due punti per cui passa una sola retta, quella della bellezza del proprio spazio esterno.

Perché il legno

Entriamo più nel merito cercando di capire quali sono i vantaggi e le qualità che caratterizzano una Pergotenda in legno e che solo questo materiale può evocare. Se parliamo di fascino, eleganza, emotività e romanticismo, la Pergotenda in legno è il sogno nel cassetto che diventa realtà. Non ci sono paragoni, il legno è il materiale che per eccellenza, non solo alla vista ma anche al tatto, è in grado di contribuire a creare un ambiente dolce e affascinante. Di “contro” c’è l’esigenza del legno di essere trattato regolarmente per poter mantenere le sue proprietà estetiche e tecniche. Così come per le travi e per i pali che compongono la Pergotenda in legno bisogna prevedere un intervento di manutenzione ordinaria per proteggere questi elementi dall’azione corrosiva degli agenti atmosferici (sole e pioggia su tutti).

Perché l’alluminio

Quasi all’opposto, ma non del tutto, troviamo l’alluminio che assicura alla Pergotenda una maggiore resistenza, sacrificando quel tocco di “umanità” che solo il legno è in grado di comunicare. Grazie alla sua flessibilità l’alluminio è un materiale che si presta maggiormente a soluzioni più moderne e tecnologicamente avanzate in grado di definire linee più pulite e capaci di nascondere alcuni elementi strutturali che, altrimenti, rimarrebbero visibili. Le pali e le traverse di una Pergotenda in alluminio sono più sottili e non necessitano di manutenzione, in quanto assicurano una massima robustezza e resistenza nel corso del tempo.

Quale Pergotenda scegliere?

Cosa fare? Bisogna sacrificare la bellezza in nome dell’efficienza o la praticità in nome dell’eleganza? Non proprio, anche perché sarebbe fare un torto al sistema della Pergotenda, capace sempre di rivelarsi come la soluzione ideale e impeccabile in ogni contesto.

La risposta non è sta nel mezzo, come se si dovesse cercare un compromesso (inevitabilmente al ribasso), ma nell’identità. Come abbiamo accennato esistono diverse tipologie di Pergotenda e ciascuna di essa, inserita in quel preciso contesto edilizio, risponde meglio – anche in funzione dell’outdoor che si vuole creare – se realizzata in legno o in alluminio.

Se è vero che non si può avere tutto e l’eleganza del legno non è replicabile così come la longevità dell’alluminio è irrinunciabile; è altrettanto vero che bellezza ed efficienza sono due elementi non assoluti, che rispondono alle singole condizioni. È quindi fondamentale valutare il contesto rubano, quello edilizio, lo spazio interno dell’abitazione (o del locale commerciale) e capire più che scegliere qual è il materiale che meglio definisce quello spazio. Perché spesso la bellezza e l’efficienza sono già presenti in natura e negli spazi esterni delle nostre case e dei dehors dei nostri locali commerciali; a noi basta solo trovare il modo di non soffocarli e, se possibile, di esaltarli. Il legno e l’alluminio, in modo diverso, sono in grado di contribuire a perseguire questo obiettivo.

Coperture, Pergotenda

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy