Materiali arredi outdoor

Quali materiali per gli arredi dell’outdoor?

Arredamento esterno

Torniamo a occuparci di arredamento esterno. Dopo aver analizzato quali sono gli elementi indispensabili, come sistemare lo spazio e come gestire gli arredi dell’outdoor in autunno e in estate vogliamo ora concentrarci su quali materiali preferire.

Guida ai materiali degli arredi dell’outdoor

La scelta dei materiali degli arredi dell’outdoor risulta estremamente importante per diverse ragioni. Innanzitutto per assicurare a ogni elemento un’adeguata longevità in quanto capace di resistere agli agenti atmosferici (pioggia e vento, ma anche sole e salsedine). Ma anche per preservarne la funzionalità e l’estetica, essendo la bellezza degli arredi uno dei punti importanti per cui vengono scelti.

Legno

Gli arredi da esterno in legno sono tra i più diffusi e la ragione è da individuare nell’eleganza e nella raffinatezza di un materiale naturale. Inoltre il legno trasmette calore, pregio ed emozioni. Non a caso è anche un materiale impiegato per la realizzazione delle pavimentazioni dell’outdoor. Per quel che riguarda i mobili e i complementi d’arredo da esterno le tipologie di legno che vanno per la maggiore sono il teak, l’acacia e l’eucalipto, che assicurano maggiore resistenza all’umidità e forza. La meraviglia di questo materiale procede parallela con la sua “fragilità”. Senza un’adeguata e costante manutenzione i componenti in legno tendono a danneggiarsi e a perdere il loro indiscutibile fascino.

Ferro e acciaio

Per orientarsi verso arredi di stile dal design minimal la scelta del ferro e dell’acciaio si rivela particolarmente azzeccata. Questa tipologia di arredi si rivela ideale per la loro capacità di valorizzare gli spazi esterni dallo stile classico donando loro un’atmosfera sofisticata e raffinata. Dal punto di vista della solidità e della robustezza non hanno niente da invidiare agli altri materiali. Richiedono comunque una particolare attenzione nella protezione sia dal sole che dall’acqua in quanto, soprattutto quelli in ferro, sono esposti alla formazione della ruggine.

Il rattan

Abbiamo già parlato del legno ma il rattan, anche considerando che è disponibile sia naturale che sintetico, merita un discorso a parte. Parliamo infatti di un particolare legno naturale che si estrae dalle palme abbondantemente impiegato negli arredi per l’esterno. Il fascino vintage del rattan lo rende molto apprezzato per la realizzazione di tavoli, sedie e mobili perfetti per arredare ogni outdoor. Per questo tipo di utilizzo si rivela migliore il rattan sintetico (polyrattan) in quanto è più resistente agli agenti atmosferici rispetto a quello naturale. Nonostante il nome possa far sorgere qualche dubbio il polyrattan è un materiale riciclabile, atossico e capace di garantire un’elevata resistenza soprattutto alla pioggia e ai raggi UV. Senza sottovalutare l’elemento estetico: è infatti disponibile in diverse forme e colori e, anche per questo, valido per essere impiegato negli spazi esterni.

Resina e polipropilene

Tra i materiali apprezzati e diffusi per gli arredi dell’outdoor troviamo anche la resina e il polipropilene. Oltre a essere disponibili in diversi formati, dimensioni e colori e assicurare un’elevata resistenza all’acqua e ai raggi UV, si rivelano estremamente adatti a integrare elementi in tessuto o in vetro per esaltarne ulteriormente l’eleganza. Inoltre si rivelano molto semplici da pulire risultando pratici e comodi per l’arredamento di qualsiasi spazio esterno.

Arredamento esterno

Potrebbe interessarti…

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link