Quello di “qualità” è un concetto molto utilizzato, soprattutto nelle comunicazioni di tipo commerciale. Quale venditore, nel promuovere i suoi prodotti e i suoi servizi, non li presentasse come “di qualità”? Stesso discorso vale anche per i materiali di qualità, ovvero quelli utilizzati nella costruzione di strutture per l’esterno. Sia che si tratti di coperture, \ o qualsiasi altro tipo di soluzione per creare uno spazio esterno, i materiali di qualità rappresentano una scelta obbligata. Perché parlarne allora? Per almeno due ragioni: per capire perché conviene affidarsi a materiali con standard qualitativi elevati e, ancora, cosa si intende per qualità dei materiali.

Cos’è la qualità di un materiale

Partiamo dalla seconda domanda, forse la più centrale anche per capire le ragioni della convenienza dello scegliere materiali di qualità. Senza essere troppo filosofici o astratti è utile partire dall’etimologia della parola qualità. Il significato di questo termine indica il “modo di essere”,  la “proprietà“ di una cosa, in questo caso di un materiale. E quali sono le proprietà dei materiali? Esse possono essere divise in fisiche, meccaniche e tecnologiche. Esse fanno riferimento al comportamento del materiale quando ci sono delle trasformazioni (caratteristiche fisiche), quando subisce delle sollecitazioni (caratteristiche meccaniche) e al tipo di trattamenti non presenti in natura (caratteristiche tecnologiche). In sintesi potremmo dire che la qualità di un materiale è la sua identità, la sua “anima”. Inoltre possiamo anche aggiungere che i materiali sono di qualità quando permettono di conseguire uno scopo. Nel caso della creazione di uno spazio esterno essi sono tali se contribuiscono all’edificazione di quell’ambiente.

Perché scegliere materiali di qualità

Ci sono almeno cinque buone ragioni per scegliere materiali di qualità per la costruzione di uno spazio esterno, e sono:

  • Longevità;
  • Efficienza;
  • Sicurezza;
  • Risparmio;
  • Valore.

Longevità

Un materiale di qualità, proprio perché in possesso di tutte le caratteristiche (fisiche, meccaniche e tecnologiche) ha una maggiore resistenza e durata. Non solo resiste alle sollecitazioni, ma anche agli agenti atmosferici che, in una struttura esterna, sono inevitabili. Un materiale scadente, invece, si rovina dopo poco e richiede di essere riparato o, peggio, sostituito. Senza considerare tutte le complicazioni e le conseguenze che un materiale non di qualità può causare.

Efficienza

La qualità provoca efficienza, ovvero il rendimento della struttura per esterni. I materiali sono efficienti quando garantiscono la stabilità della struttura e, nel caso di ambienti chiusi, quando assicurano un elevato livello di isolamento termico. Materiali scadenti, di conseguenza, si rivelano inefficaci e richiedono costi aggiuntivi per raggiungere un livello di efficienza minima.

Sicurezza

Su questo aspetto, ancor più degli altri, non si deve scherzare o prescindere. I materiali di qualità sono sicuri, in quanto stabili e resistenti a tutte le sollecitazioni e i fenomeni cui sono sottoposti. Un materiale non di qualità espone in qualsiasi momento l’outdoor e chi lo abita a rischi per la loro incolumità.

Risparmio

Come abbiamo avuto già modo di anticipare nei punti precedenti, la scelta di materiali coerenti con gli standard di qualità permette di risparmiare. Qui sta il grande equivoco dove troppo spesso di cade. Spendere di più (perché ovviamente il modo di dire “la qualità si paga” non è lontano dalla realtà) non significa non risparmiare. Anzi. L’acquisto di ciò che vale è più efficiente, sicuro e longevo, per cui richiede meno manutenzione. Un materiale di qualità inferiore rischia di essere più fallace, quindi richiede di essere riparato più spesso o, addirittura, sostituito. Nello stesso arco di tempo la spesa sostenuta per l’utilizzo di materiali di qualità è stata ampiamente ripagata, anche in termini di tranquillità.

Valore

Infine, ed è una conseguenza dei punti precedenti, i materiali di qualità conferiscono un valore maggiore alla struttura esterna, ma anche all’edificio nel quale è inserita.

La convenienza riguarda qualsiasi tipo di costruzione, sia per quelle effettuate da ditte specializzate che, a maggior ragione, nelle soluzioni fai da te. In quest’ultime, infatti, nel tentativo di risparmiare sul costo, si è spesso orientati anche nel rinunciare alla qualità dei materiali impiegati. Ma, come abbiamo visto, non è una vera convenienza.

I materiali non sono solamente ciò che vediamo

L’ultimo aspetto da prendere in considerazione in questa nostra analisi sulla convenienza dell’utilizzo dei materiali di qualità riguarda i componenti della struttura esterna che dobbiamo costruire. I componenti possono essere di diversi materiali: legno, policarbonato, plexiglass, vetro, acciaio, eccetera. Questo perché nella stessa struttura ci sono diversi elementi che devono funzionare e spesso i principali non sono quelli che vediamo direttamente. Per questo è bene prestare la massima attenzione non solo agli elementi portanti, ma anche a:

Le strutture per esterno, anche le più semplici, richiedono diversi componenti, ognuno dei quali realizzato con un materiale che deve essere di qualità, ovvero rispondente al fine per cui quel componente esiste. Quando dobbiamo valutare l’impiego di materiali di qualità è bene tenere in considerazione tutto quello che abbiamo appena visto. L’investimento sulla qualità è l’unico modo per evitare sprechi, sia di tempo che di denaro.