Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.
Spazi esterni piccoli

Spazi esterni piccoli: come arredarli al meglio

Torniamo a occuparci degli spazi esterni della casa ponendo la nostra attenzione su quelli piccoli e che per tutta una serie di ragioni troppo spesso consideriamo inadatti. Le foto delle riviste e le scene dei film ci portano a immaginare (e agognare) outdoor di grandi dimensioni: immense terrazze con vista sulle metropoli o balconi panoramici con affaccio sul lago. Certo, il confronto potrebbe essere perso in partenza se immaginiamo di dover ricreare quelle realtà nei nostri piccoli appartamenti di città o di provincia. Il problema è proprio qui: non dobbiamo ricreare, ma creare nuovamente.

Come organizzare gli spazi esterni più piccoli: dare vita all’outdoor

Ciò che è fondamentale comprendere è che l’outdoor non va ricreato o adattato, ma va creato. Non è un banale gioco di parole, ma lo spirito che anima questo tipo di realtà. Per realizzare un outdoor accogliente, bello da vedere e da abitare, bisogna partire da ciò che si ha a disposizione, anche fosse di pochi metri quadri. Le dimensioni ridotte non ostacolano le opportunità, bensì ne offrono delle altre. Questo è il bello dell’outdoor: il mistero che si svela tra le linee di un progetto, la meraviglia dello stupore che sorge individuando opportunità che prima sembravano precluse.

Come sfruttare gli spazi esterni anche se piccoli

Che sia un giardino perimetrale, un balcone più lungo che largo o una terrazza contenuta, scopriamo quali sono gli elementi che ci permettono di valorizzare questi spazi esterni anche se piccoli. Perché se è vero che nella botte piccola c’è il vino buono (riprendendo l’abitudine dei viticoltori di conservare la parte migliore del vino in botti più piccole in grado di esaltarne aromi e profumi) anche negli spazi esterni piccoli c’è posto per un ottimo outdoor.

L’outdoor di un piccolo terrazzo

Poter accedere a un terrazzo varcando la soglia di una porta o passando per le rampe delle scale è un privilegio che non tutti possono vantare. Uscire dalla propria abitazione e respirare aria fresca, ammirare il tramonto o il cielo stellato (al netto dell’inquinamento luminoso delle nostre città) è un lusso da custodire e valorizzare. Come? Scegliendo gli elementi d’arredo essenziali e sistemandoli in maniera da poter ridurre l’ingombro e sfruttare al meglio tutto lo spazio. Alcune idee pratiche possono essere quelle di scegliere e posizionare sedie pieghevoli e tavolini estensibili, in modo da liberare lo spazio quando non necessario. Per la copertura un ombrellone può essere la soluzione ottimale, mentre per gli arredi meglio orientarsi verso articoli realizzati in materiale resistente agli agenti atmosferici. Un altro consiglio è quello di posizionare tutto l’arredo sui bordi e lasciare lo spazio centrale libero per aumentare la vivibilità e la comodità dei movimenti.

Valorizzare un balcone piccolo

Qualunque sia il piano il balcone è uno spazio che, anche se stretto e lungo, merita un trattamento migliore che quello di luogo destinato solamente a ospitare lo stendino e l’armadietto in plastica dove conservare scope e prodotti per la casa. Una tenda da sole è quello che ci vuole per riparare lo spazio dal sole, ma anche dalla pioggia; delle chiusure laterali possono rappresentare l’opportunità di riparare il balcone e renderlo un luogo climaticamente sempre abitabile. Un elemento fondamentale per l’arredo è quello di posizionare fioriere e piante per chiudere questo ambiente e decorarlo in maniera colorata e vivace.

L’importanza di avere un giardino

Qualunque sia la dimensione del giardino, con una tenda da sole o una pergotenda si ha la possibilità di trasformare questo ambiente in un piccolo angolo di paradiso. Oltre alla copertura e alle chiusure laterali, gli elementi a cui prestare maggiore attenzione sono l’illuminazione e l’organizzazione degli arredi. Nei giardini più contenuti è fondamentale orientarsi verso gli arredi più essenziali puntando sulla semplicità rispetto all’abbondanza. Fondamentali in questi spazi si rivelano le panche contenitore e tutti quei mobili che possono svolgere più funzioni in modo da massimizzare la gestione del giardino e riuscire a mantenere il più libero possibile lo spazio calpestabile. A questo proposito perché non valutare l’utilizzo di pedane da esterno per migliorare il confort abitativo?

Qualunque sia lo spazio esterno sul quale realizzare un outdoor è importantissimo non dimenticare mai un aspetto essenziale: l’importanza di integrare l’esterno, il vivere all’aria aperta, con l’interno. L’outdoor non è una semplice estensione della casa, ma uno spazio intermedio che deve convogliare tutti i vantaggi dell’ambiente domestico e di quello esterno, per offrire enormi opportunità di benessere.

Potrebbe interessarti…

Menu

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità , solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy

Questo contenuto è bloccato.  Accetta i cookie per visualizzarlo.